Editoriali

MA TU, DA CHE PARTE STAI?

E no -dicono- questo non è possibile. Se qualcuno esprime un'idea è perché sta o da una parte o da un'altra. Ormai, concludeva Galli della Loggia, sono ammessi soltanto i partigiani di una causa. A tutti gli altri tocca solo tacere.

SOCIAL NETWORKS E HATERS

L'assenza di interazioni fisiche, di contatto visivo, della tonalità della voce, fa cadere ogni tipo di censura. In più, il contesto sociale e politico sempre di più autorizza e amplifica l'espressione di forme di intolleranza verso tutte le minoranze.

ELOGIO DEL VUOTO

Il vuoto, secondo Aristotele, suscita orrore, l'horror vacui, dal quale persino la natura rifugge tentando di riempire ogni spazio. Di tuttaltro avviso erano gli atomisti del VII secolo A.C. per i quali il vuoto era un elemento necessario; anzi, costituiva il principio per l'esistenza degli enti. Era proprio il vuoto ciò che consentiva il movimento degli atomi.

CHI NE RISPONDE?

Il verbo rispondere, fra altre accezioni, allude al rendere conto delle proprie azioni. Per questo motivo, la frase scritta da Dante Alighieri nel De Vulgaris Eloquentia a proposito dell'origine della parola negli umani, "l'uomo parlò rispondendo" è particolarmente significativa.

JE SUIS CHARLIE JE NE SUIS PAS CHARLIE

Quando, nel 2006, alcuni islamici hanno accusato il giornale satirico Charlie Hebdo di essere blasfemo, il suo direttore, Stéphane Charbonnier, ha risposto avanzando una proposta; "perché non fate anche voi un giornale satirico contro di noi, i laici?